Chirurgia orale

Chirurgia orale

La chirurgia odontoiatrica con le moderne metodiche di anestesia non riserva più brutte sorprese: il dolore intraoperatorio è completamente annullato ed, a casa, la terapia riesce a mantenere sotto controllo molto bene i sintomi dolorosi. 
Tutta la strumentazione è imbustata, al fine di conservarne la sterilità fino al momento dell'utilizzo.

La chirurgia odontostomatologica si occupa di:

  • Estrazione di denti molto malati o distrutti che non è possibile salvare con altra terapia (per esempio con la endodonzia);
  • Estrazione di residui radicolari;
  • Rimozione di radici o di denti rimasti inclusi o semi-inclusi nell'osso come gli "ottavi in disodontiasi" o "ottavi inclusi" (denti del giudizio);
  • Asportazione dell'apice del dente coinvolto in processi infiammatori, quando non trattabili con la sola endodonzia (apicectomia);
  • Asportazione di cisti dentarie: formazioni cistiche che interessano un dente o i suoi tessuti di sostegno;
  • Asportazione di cisti follicolari: formazioni cistiche caratterizzate dalla presenza di un dente la cui corona è contenuta nella cavità cistica mentre la radice ne è al di fuori ed in rapporto con l'osso circostante;
  • Asportazione di cisti radicolari: cisti di origine infiammatoria che compaiono a livello della radice e sono originate da processi granulomatosi;
  • Asportazione di cisti residue: cisti radicolari che residuano all'avulsione del dente con il quale erano in rapporto risultando isolate nel contesto osseo;
  • Asportazione di cisti traumatiche conseguenti ad un trauma o ferita;
  • Asportazione di piccoli tumori e neoformazioni del cavo orale;
  • Scappucciamenti di elementi dentari inclusi (durante terapia ortodontica);
  • Interventi preprotesici: può rendersi necessario innestare materiale biocompatibile (osso autologo o eterologo, fattore di crescita derivante dalle piastrine ecc.) per aumentare la quantità di osso disponibile,  allo scopo di potere inserire impianti a livello sia del mascellare superiore che della mandibola;
  • Frenulectomia: asportazione dei frenuli mediani e linguali;
  • Osteoplastica (rimodellamento dell'osso) a scopo preprotesico.

IL NOSTRO STUDIO SI AVVALE DELLE PIU' MODERNE TECNOLOGIE ANCHE IN AMBITO CHIRURGICO.
LA CHIRURGIA DEI TESSUTI MOLLI E' SPESSO ASSISTITA DAL LASER CHE CONSENTE UNA SENSIBILE RIDUZIONE DEI DISTURBI POST- OPERATORI.
SPESSO LA CHIRURGIA DEI TESSUTI DURI (OSSO) AVVVIENE UTILIZZANDO IL PIEZOSURGERY CHE CONSENTE  MANOVRE DI PRECISIONE IN CORRISPONDENZA DI STRUTTURE NOBILI COME IL NERVO ALVEOLARE E IL SENO MASCELLARE.

Loghi 05
Loghi 01
Loghi 04
Loghi 02
Loghi 03